Vi comunichiamo che
lunedì 26 settembre dalle 18 alle 19.30
e
 mercoledì 28 dalle 17 alle 18.00
inizieranno i Corsi con lezione di prova dei bambini, ragazzi e teen agers.
 presso la
Cooperativa Tuscolana Arte & Cultura
Via di Fontana Vecchia, 47 - Frascati
 

per info e prenotazioni 368-7609763

 

Vi aspettiamo! W il Teatro!!

Riapre il TEATRO VILLA SORA

Quanto e' magico entrare in un teatro e vedere spegnersi le luci. C'e' un silenzio profondo, ed ecco che il sipario inizia ad aprirsi. Ed entri in un altro mondo.
Sipario Aperto con la direzione artistica di Laura Teodori torna al Teatro Villa Sora!!!
Spettacoli per adulti e ragazzi seminari ed eventi all’insegna della professionalità e della  cultura.
Un punto d’incontro e  riferimento culturale per Frascati e i Castelli Romani quale è stato e che sarà.
 W il teatro!

Associazione TeatroNuovo Sipario Aperto
direzione artistica Laura Teodori  
Laboratori teatrali, corsi di teatro e di recitazione ai Castelli Romani
per adulti, ragazzi e bambini
presso la Cooperativa Tuscolana Arte e Cultura S.D.
Via Fontana Vecchia 47 - 00044 Frascati (Roma)

Chiunque sia interessato puo’ contattarci al numero 368-7609763

Il nostro gioco è finito. Gli attori, come dissi, erano spiriti e scomparvero nell'aria leggera. Come l'opera effimera del mio miraggio, dilegueranno le torri, che salgono su alle nubi, gli splendidi palazzi, i templi solenni, la terra immensa e quello che contiene, e come la labile finzione, lentamente ora svanita, non lasceranno orma. Noi siamo di natura uguale ai sogni, la breve vita è nel giro di un sonno conchiusa. 
(La Tempesta - Shakespeare)

Laboratori adulti

il gioco e il piacere di stare in scena

Il Laboratorio Teatrale si rivolge a giovani e adulti che vogliono intraprendere un viaggio attraverso il teatro tramite un'esperienza in prima persona condivisa da un gruppo.

leggi ...

laboratori bambini

lo spazio fantastico

“il Teatro è una nave che si appresta a salpare”
J. L. Barrault

leggi ...

Ultimi Spettacoli

Trailer Videro

Teatro Scuola

Rappresentazioni presso il Teatro Capocroce dotato di 180 posti in platea e 96 posti in galleria per un totale di 276 posti, le repliche possono effettuarsi al mattino in orario da concordare.
Le scuole che dispongono di teatro o spazi idonei possono concordare con la Compagnia rappresentazioni e/o laboratori teatrali in sede.

Cenerentola

Disponibile per matinèe 

La Bella Addormentata nel bosco

Disponibile per matinèe 

La Principessa Indovinelli

Disponibile per matinèe 

Roma - Fantastica storia di un Impero

Disponibile per matinèe 

Dante's Inferno

Disponibile per matinèe 

Mithos

Disponibile per matinèe 

Chi Siamo

La compagnia Sipario Aperto, diretta da Laura Teodori, è presente a Frascati da ormai 25 anni, ha avuto la sua sede operativa presso il Teatro Villa Sora fino a giugno 2015, da ottobre 2015 ha la sua sede presso la Cooperativa Arte Cultura, dove gestisce la Rassegna Teatrale: “L’Isola che c’è” e il Laboratorio Teatrale per adulti, bambini e ragazzi.

Laura Teodori

Direttore Artistico

Emiliano Reggente

Regista

David Pietroni

Docente e Regista

Luigi Astengo

Docente e Regista

Contattaci



Laboratori presso la Cooperativa Tuscolana Arte e Cultura 
Via Fontana Vecchia 47 - 00044 Frascati (Roma)

Chiunque sia interessato puo’ contattarci 
al numero 368-7609763
E: info@siparioaperto.com

Visite

Oggi44
Settimana572
Mese5003
Totale334085

1
Visitatori on line

Venerdì, 30 Settembre 2016

Sipario Aperto su Facebook

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi essere sempre informato sulle attività di Sipario Aperto? Iscriviti subito alla newsletter!

Puoi cancellare l’iscrizione inviando una mail a info@siparioaperto.com in qualunque momento!

Schegge di Teatro

La persona in parola è ragazza, fidanzata, aggradevolissima. E’ accompagnata qui proprio dall’uomo che deve sposare. Il caso mi ha fatto incontrare questa coppia innamorata, tre o quattro giorni prima che si mettessero in viaggio. Non ho mai visto due persone più felici, smaglianti d’amore. Lo scambio di quegli ardori mi ha turbato, ha ferito la mia sensibilità…e mi ha acceso il desiderio.  

(Don Giovanni - Moliere)

Io sono un medico ambulante, che va di città in città, di provincia in provincia, in cerca di casi rari e famosi. Dico subito che non mi diverte stare dietro a reumatismi, bronchiti, giramenti di testa, febbrette ecc. Io voglio fior di malanni: belle febbri croniche, quei febbroni da scarlattina, pesti da lazzaretto, pleuriti con tanto di caverne nei polmoni: è lì che trionfo, è lì che sono un re.

(Il malato immaginario - Moliere)

Da quando si è messo in testa questo Tartufo sembra diventato deficiente. Lo chiama fratello, gli vuole un bene dell’anima, cento volte più a lui che a sua madre,suo figlio, sua figlia e sua moglie messi insieme.

(Tartufo - Moliere)

Roma non sarebbe potuta sorgere con tanta potenza  se non avesse avuto in qualche modo origini divine tale da offrire agli occhi degli uomini qualcosa di grande e di implacabile.

(Plutarco)

Sii anche tu misericordioso! Non ti ho mai tradito in tutta la mia vita, non ho mai amato Cassio, se non di quell’affetto amichevole che il cielo consente a ogni essere umano. Non gli ho dato un pegno d’amore.

(Otello e Desdemona - Shakespeare)

Non giocare con le parole! Siamo sole. Possiamo parlare senza sottintesi, chiaramente, faccia a faccia!… Finalmente, finalmente saprò!… Ne avrò un colpo mortale forse, ma il mistero sarà chiarito. Ti dico che forse ne morirò, ma che almeno, prima di morire, ti avrò strappato il tuo segreto!… Ah, qui si soffoca!… Parole, sempre parole, e mai la verità! La verità, capisci Simona, voglio tutta la verità!

(Lo sanno solo loro - Tardieu)

Io sono l’incantevole baronessa di Zeta… La donna più invidiata e corteggiata dei dintorni. Ammirate il mio abito da sera: questa guaina di cocro catramato, questo falso boa in struzzo africano, queste anticaglie in pino dei Vosgi!

(C'era folla al castello - Tardieu)

Certo che sogno. Sogno tutte le volte che posso. So­prattutto da sveglio, naturalmente. Perché quando dormo, ahi­mè, niente! Buio! Allora sogno di giorno, in istrada, al risto­rante, in ufficio; mi aiuta a vivere! Purtroppo i miei sogni sono sfocati. Sì, mancano di precisione. Vorrei dar loro un po' più di «corpo», un po' più di colore

(L'impiegato - Tardieu)

DIARIO DI ADAMO - LUNEDÌ Da un pò c'è nuova creatura dai capelli lunghi mi sta sempre intorno. Gira continuamente e mi segue dappertutto. Non mi piace questa faccenda; non sono abituato alla compagnia. Vorrei che stesse con gli altri animali...
DIARIO DI EVA - SABATO: Ho già quasi un giorno di vita. Sono arrivata ieri. Almeno così mi sembra. E credo sia così, perché se è esistito un giorno-prima-di-ieri, quando quel giorno c'era non c'ero io, altrimenti me ne ricorderei.
(Diario di Adamo e Eva - Mark Twain)

Il nostro gioco è finito. Gli attori, come dissi, erano spiriti e scomparvero nell'aria leggera. Come l'opera effimera del mio miraggio, dilegueranno le torri, che salgono su alle nubi, gli splendidi palazzi, i templi solenni, la terra immensa e quello che contiene, e come la labile finzione, lentamente ora svanita, non lasceranno orma. Noi siamo di natura uguale ai sogni, la breve vita è nel giro di un sonno conchiusa.

(La Tempesta - Shakespeare)

Mi ci tirano per i capelli. Debbo vedere che a due giorni di distanza dalla morte del mio genero, i suoi amici vengono qui e, per suprema irrisione al dolore di mia figlia, si mettono a piangere un altro; mentre il corpo del mio povero genero è, direi quasi, ancora caldo ...

(Visita di Condoglianze - Campanile)

- Acqua minerale? - Naturale- Acqua naturale - Ho detto minerale - No, veramente mi scusi, ma lei ha detto naturale - Intendevo naturale acqua
 minerale, non le sembra naturale che io beva acqua minerale? - Certamente, certamente mi scusi, no perchè io credevo che il naturale si riferisse all’acqua! 

(Acqua minerale - Campanile)

Cantami oh Musa Atena, dimmi dell'uomo scaltro che andò tanto vagando dopo che di Troia la sacra rocca distrusse, di molti uomini vide le città e conobbe la mente, molto l'animo suo patì sul mare cercando la salvezza ed il ritorno per sè e per i compagni, ma vano fu il suo tentativo di salvarli ...

(Odissea)

Uomini nati nel buio della vostra vita, simili alla stirpe caduca delle foglie, esseri fragili, impasto di fango, vane figure d'ombra senza la gioia delle ali, fugaci come il giorno infelici mortali, uomini della razza dei sogni, date ascolto a noi: immortali e sempre viventi creature del cielo. Conoscerete il vero!

(Uccelli di Aristofane

Ma non vedete, o gente, che le loro Maestà non hanno indosso niente? Chiamate il boia! Per i truffatori Maestà? No per quel bambino che ha detto la verità! Agli ordini Sire! Ma voi ditegli di fuggire. E quando sarà grande tornerà per mettere in fuga mille bugiardi con una sola verità.

(Il vestito dell'Imperatore - Gianni Rodari)

Appena giunto in Paradiso Pictor si trovò dinnanzi ad un albero che era insieme uomo e donna. Pictor salutò l'albero con riverenza e chiese: "Sei tu l'albero della vita?" Ma quando, invece dell'albero, volle rispondergli il serpente, egli si voltò e andò oltre.

(Favola di Hermann Hesse)

Son quel gran Spezza Capo alto, e superbo, a la cui forza ogn'altra forza cede, spezzo, rompo, fracasso, frango, snerbo chiunque avanti di me rivolge il piede 

(Vanti dei Capitani)

E invece d'esser serva di un uomo che ti espropria, sposati, sì, ma sposati con la filosofia

(Le intellettuali - Moliere)

.. ma alla fine questo incontro non mi lascia più alcun dubbio; lo sguardo con cui mi avete accolto mi dice molto di piu' di quanto volessi sapere. E tuttavia mi piacerebbe di sentire dalle vostre labbra i motivi della vostra partenza. Ditemeli Don Giovanni ve ne prego che io veda almeno come vi giustificherete

(Don Giovanni - Moliere)

Uh che mai ha detto! L'eccellentissimo signor marchese Arsura mi sposerebbe? Eppure, se mi volesse sposare, vi sarebbe una piccola difficolta'. Io non lo vorrei. Mi piace l'arrosto, e del fumo non so che farne.

(La Locandiera - Goldoni)

Sono un uomo di Chiesa, ma son sempre un uomo

(Tartufo - Moliere)

Quale soluzione migliore alle nostre sciagure se non sposare la figlia di un re…Tu devi cambiare idea e apparire più saggia. Le cose utili non devono mai sembrarti dolorose…ben sapendo che ognuno, anche l’amico, evita il povero…

(Medea - Euripide)

C’è in alto nel cielo una via, che si vede quando è sereno, Lattea si chiama, e spicca proprio per il suo candore. Di qui passano gli Dei per recarsi alla reggia del grande Tonante. Gli Dei più potenti e illustri hanno stabilito qui il loro domicilio …

(Ovidio –Metamorfosi –libro I)

E siccome a quer tempo li' d'allora regnava un Re de Spagna portoghese, agnede in Portogallo, e li' je chiese de poteje parla' p'un quarto d'ora. Je fece 'na parlata un po' generica e poi je disse: Io avrebbe l'intenzione, si lei m'ajuta, de scopri' l'America

(La scoperta de l' America - Cesare Pascarella)

C'era una volta un Gatto che andava in Canada' e questa e' la meta' ... Aveva un cartoccetto con pane e con prosciutto e questo e' tutto

(Esercizi di stile)